Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti. Continuando la navigazione o chiudendo questo banner, presti il consenso al loro utilizzo.

Liquore Strega - Premio Miscelazione Moderna...

Una leggenda che ha ispirato svariati scrittori, musicisti, artisti. La credenza popolare che identifica Benevento come il luogo di raduno delle streghe italiane è ricca di aneddoti che rimangono a confine tra la realtà e l’immaginazione ma che grazie alle ispirazioni ha fatto sì che prodotti come il Liquore Strega diventasse una vera e proprio pietra miliare nella storia della liquoristica italiana e non solo…
Nasce nel lontano 1860, dalle mani di Giuseppe Alberti, questo liquore dalle caratteristiche organolettiche molto speziate grazie ai 70 e più ingredienti che vengono utilizzati. La presenza di ginepro, chiodi di garofano e anice stellato, le note agrumarie dovute al limone e alle arance amare, il profumi di menta e angelica si fondono in un gusto e aroma unici che grazie al suo colore giallo che ricorda i raggi del sole (il liquore strega è definito “Raggio di Sole Liquefatto “) dato dalla tintura in acqua calda di pistilli di zafferano lo fanno diventare uno dei liquori italiani più apprezzati da bere con ghiaccio, liscio o nella preparazione di cocktails. Anche la bottiglia creata e mai sostituita nel 1860 è diventato simbolo di questo liquore. Il liquore strega si ottiene grazie a infusioni e distillazioni dei 70 elementi in due fasi. La prima fase consiste nell’introduzione delle spezie in alambicchi dove in una soluzione di acqua e alcool di grano vengono fatte macerare per all’incirca 16 ore. La seconda fase consiste nel riscaldare gli alambichi ad una temperatura di 80° C, per ogni spezia e erba viene utilizzato un alambicco diverso. Una volta ottenuti tutti i distillati viene fatto un blending con zucchero e tintura di zafferano e successivamente filtrato per poi essere fatto riposare in tini di legno di rovere o frassino per alcuni mesi. È qui che nasce il caratteristico “Gusto Strega “. Lunedi 11 maggio a Benevento si è tenuto il primo concorso Strega, miscelazione moderna ecco le ricette dei primi 3 classificati.


1 - Mattia Cillia

06/09/1950
50 ml Liquore Strega
15 ml Succo di limone
1 1/2 bsp Oleo Saccharum di arance amare
15 ml Akragas mix
20 ml Latte di pistacchio sodato
L'Akragas mix è un mix composto con Rosolio al finocchietto selvatico e Rosolio al fior di Zagara.

Si prepara tutto nello shaker e si shakera molto vigorosamente, una volta versato nel bicchiere con abbondante ghiaccio a cubi si aggiunge la soda al pistacchio, decorato con un top di ghiaccio tritato, peel di limone e ciuffo di menta, una volta sorseggiato fa venire in mente i romanzi Andrea Camilleri sul Commissario Salvo Montalbano.


2 – Walter Gosso

Brutta Strega
25 ml Liquore Strega
25 ml Bacardì Heritage
25 ml Elisir di Camomilla Bordiga
15 ml Succo di limone fresco
15 ml Succo di Pompelmo rosa fresco
15 ml Sciroppo home Made di zafferano

Shakerare tutti gli ingredienti, double strain in coppa cocktail vintage, decorato con un peel d’arancia intagliata.


3 – Katerina Logvinova

Burn the witch
20 ml Liquore Strega
60 ml Glenmorangie 10 y.o.
30 ml Succo limone
15 ml Frangelico
10 ml simple syrup (1:1)
1 spoon Lagavulin 16 y.o.

Versare tutti gli ingredienti nello shaker. Shakerare e filtrare in coppa. Il nome deriva dalla combinazione di Frangelico, Strega e Lagavulin, visto che Frangelico va fatto nel luogo dove vivevano i monaci cristiano 300 anni fa e Lagavulin dà la sensazione di torba e affumicato. La scelta di whisky è dovuta al fatto che all'epoca i scozzesi durante i matrimoni facevano cosi detto Bride's Cog che veniva miscelato con le noci e le spezie.

 

I nostri partner

 
  • Egans WHiskey
  • Ghilardi Selezioni
  • Mad March Hare

    Info

    LOCATIONS

    Via Dante Alighieri 59,
    97100, Ragusa

    SOCIAL

    CONTATTI

    Cellulare +
    349 872 6641
    Email +
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.